Le scuole

Scuola Polo Formazione

Registro elettronico

Calendario

News dalle reti

Archivio del sito Ragazzi del Fiume

UN INCONTRO CON I FUMETTISTI SILVER E ANDREA VALENTE

“Lupo Alberto” e “La Pecora Nera” a confronto
Un articolo a cura della Redazione RDF alunni di I A e I B, Scuola Secondaria di Primo Grado-Premariacco.
L’incontro con i fumettisti Guido Silvestri, in arte Silver, creatore di “Lupo Alberto” e Andrea Valente, ideatore e disegnatore de “La Pecora Nera”, è avvenuto il 14 ottobre 2015 presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “Elvira Amalia Piccoli” a Cividale del Friuli.
All’inizio del dibattito e prima che la parola passasse definitivamente ai protagonisti della giornata, sono intervenuti gli organizzatore dell’incontro, cioè l’assessore alla cultura del Comune di Cividale e il sindaco di Remanzacco, nonché presidente del Sistema Bibliotecario del Cividalese.
Il fumettista Silver ha iniziato raccontando un po’ di sé e a descrivere Lupo Alberto come un “giovanotto blu” di quarantuno anni, che non dimostra segni di invecchiamento, piuttosto muta il suo rapporto con gli altri personaggi della storia e con l’autore. È stato chiesto da parte di un alunno, inoltre, perché la scelta sia ricaduta su un lupo e la risposta ha chiarito come esso sia stato un pretesto per descrivere la socialità, dal momento che il lupo è un animale sociale e solitario al tempo stesso, ma anche molto intelligente. Lupo, dalle caratteristiche opposte rispetto a quelle dei lupi delle favole, si chiama Alberto, un nome borghese che fa acquisire dignità alla sua caricatura. Dopo aver appreso con attenzione le informazioni e qualche segreto del lupo più famoso dei fumetti italiani, è la volta di Andrea Valente che spiega la tecnica con cui sono stati creati i disegni de “La Pecora Nera”. Il simpatico animale è raffigurato con tre dita soltanto, si mostra di profilo e con il naso rivolto verso l’alto ed è di colore nero per evidenziare la differenza con le altre pecore. Nella fase conclusiva dell’incontro, Valente dice di non aver mai iniziato a disegnare perché i fumetti sono la sua grande passione e non intende questo lavoro come tale. La mattinata trascorsa con i fumettisti si è rivelata formativa e divertente, grazie alla quale noi studenti abbiamo conosciuto due tra gli autori più famosi in Italia di un genere letterario vicino ai giovani.