Le scuole

Scuola Polo Formazione

Registro elettronico

Calendario

News dalle reti

Archivio del sito Ragazzi del Fiume

IN DIRETTA CON LA STORIA..AQUILEIA DA SCOPRIRE IN UN MODO TUTTO NUOVO

I bambini delle classi quinte della scuola primaria di Moimacco sono stati accompagnati dalle loro insegnanti ad Aquileia per approfittare di una visita della città davvero speciale: attraverso una gara di archeorienteering le due classi si sono avventurate in piena autonomia alla scoperta dei reperti archeologici e dei monumenti di Aquileia oltre che della sua preziosa Basilica e del museo archeologico nazionale. Un’iniziativa questa promossa dal club per l’Unesco di Aquileia e dall’Associazione Radio Magica con l’obiettivo di festeggiare i 2200 anni di Aquileia!  Per tutti gli alunni è stata un’esperienza speciale che li ha messi alla prova davanti ad una sfida che dovevano affrontare a coppie e senza l’aiuto delle maestre, orientandosi con i punti cardinali, utilizzando le conoscenze storiche e le informazioni ricevute, osservando con occhio critico i vari monumenti e affrontando la gara con perseveranza e autonomia nonostante il lungo percorso. Un’esperienza che ha fatto provare loro anche il brivido dell’avventura, dell’indipendenza e nello stesso tempo ha richiamato l’importanza  della collaborazione e del reciproco sostegno con il compagno di squadra.  Ma vogliamo raccontarvi questa esperienza anche attraverso un video e il testo scritto da un’alunna
“Ieri , 6 novembre 2019, noi bambini delle classi quinte, siamo andati ad Aquileia e abbiamo partecipato al progetto “In diretta con la storia ..da Aquileia a Zuglio” proposto dal club per l’Unesco di Aquileia e dall’associazione Radio Magica.
Siamo partiti verso le 8 ed io ero molto pensierosa: nella testa mi giravano un milione di pensieri che non si volevano mai fermare, avevo un po’ la testa fra le nuvole e guardavo fuori dal finestrino dell’autobus. Allo stesso tempo però ero felice perché stavo giocando con alcuni miei compagni: mi sembravano anche loro felici perché , come me, avevano gli occhi ridenti. Verso le 9,30 siamo arrivati ad Aquileia, abbiamo fatto merenda e dopo ci siamo disposti intorno alla guida la quale ci ha spiegato che ci avrebbero consegnato una mappa dove da una parte c’era il percorso su una carta topografica di Aquileia, mentre dall’altra parte c’erano ben 21 domande a cui dovevamo rispondere una volta raggiunto e individuato il reperto indicato. Dopo le spiegazioni ci siamo divisi in coppia, io all’inizio dovevo essere con Asia, ma dato che non c’era Miriam, Adna si è unita a noi e siamo diventate un trio. Le squadre partivano una dopo ogni minuto esatto e quando stavamo per partire noi .. io avevo un po’ paura di perdermi e quindi sudavo freddo e respiravo affannosamente,  poi la signora finì di contare l’ulitimo secondo del nostro minuto e ci diede il via! Asia, Adna ed io siamo partite come se avessimo avuto dei razzi sotto i piedi e siamo corse dirette al Cimitero degli Eroi dove abbiamo risposto alla prima domanda e poi abbiamo continuato l’orienteering tappa dopo tappa e domanda dopo domanda. Quando siamo arrivate al traguardo eravamo sfinite: ci cadevano le gambe, sudavamo e ci brontolava continuamente la pancia, per fortuna abbiamo fatto subito pranzo e noi abbiamo mangiato come se non avessimo mangiato da anni. Dopo il pranzo hanno annunciato i vincitori: a tutti noi saliva sempre di più l’adrenalina, le gambe ci tremavano a mille e i nostri occhi sembravano  che chiedessero : “Chi ha vinto!??”. Poi hanno annunciato i vincitori e hanno consegnato le medaglie: le mie amiche ed io non eravamo tra le vincitrici ma io ero contenta comunque per i vincitori e quindi continuavo a battere loro il cinque! Questa giornata mi è piaciuta molto e credo che se non ci fossero state Asia e Adna non ce l’avrei fatta!”
Ringraziamo il Club per l’Unesco di Aquileia e l’Associazione Radio Magica per aver offerto ai nostri alunni  la visita guidata del museo archeologico nazionale di Aquileia, la visita della preziosa Basilica e per questa straordinaria avventura di archeorienteering che che racchiudeva in sé la possibilità per lo sviluppo e la verifica di preziose competenze.
Clicca qui per vedere il video.
A cura delle insegnanti delle classi quinte, scuola primaria di Moimacco